VINETIA – LA GUIDA AI VINI DEL VENETO: AIS VENETO ANNUNCIA I VINCITORI DEL PREMIO FERO

La Guida ai vini del Veneto è ora disponibile anche su mobile con la nuova app. Il Premio Fero celebra i migliori vini con due nuovi premi di qualità

16

La decima edizione di Vinetia – La Guida ai vini del Veneto, il portale curato da AIS Veneto che ogni anno seleziona le eccellenze enologiche della regione è ora online. La guida è stata presentata sabato 4 novembre all’Hotel Ca’ Sagredo di Venezia. L’evento ha visto anche l’assegnazione del Premio Fero ai sette Migliori Vini del Veneto, uno per ciascuna categoria: Miglior Spumante Metodo Charmat, Miglior Spumante Metodo Classico, Miglior Vino Bianco, Miglior Vino Rosa, Miglior Vino Rosso, Miglior Vino Rosso da Invecchiamento, Miglior Vino Dolce. Con l’edizione 2024, inoltre, sono stati introdotti due nuovi premi di qualità, conferiti alle etichette più meritevoli da commissioni distinte e composte rispettivamente da giornalisti e ristoratori.

I vincitori del Premio Fero – Miglior Vino del Veneto 2024 sono Cartizze Dry 2022 Valdobbiadene Superiore di Cartizze Docg de La Tordera e Montpré Cuvée del Fondatore 2013 di Tenuta Chiccheri per le categorie Miglior Spumante Metodo Charmat e Miglior Spumante Metodo Classico, Lison Classico 150 2021 Lison Classico Docg di Borgo Stajnbech come Miglior Vino Bianco e Le Morandine 2021 Chiaretto di Bardolino Doc de Il Pignetto come Miglior Vino Rosa. Per i rossi, il titolo di Miglior Vino Rosso è andato a Sante Rosso Igt Marca Trevigiana 2021 di Cecchetto e quello di Miglior Vino Rosso da Invecchiamento a Decem Riserva 2012 Amarone della Valpolicella Docg di Zardini Pietro. È stato premiato come Miglior Vino da Dessert Septemviri 2013 Recioto della Valpolicella Docg di Ilatium Morini. Infine, la giuria di giornalisti ha voluto premiare Cartizze Dry 2022 Valdobbiadene Superiore di Cartizze Docg de La Tordera, mentre i ristoratori hanno assegnato il premio di qualità a Lison Classico 150 2021 Lison Classico Docg di Borgo Stajnbech.

In occasione della presentazione della guida è stata lanciata anche l’applicazione per smartphone e tablet Vinetia. Già pronta per essere scaricata, l’app è stata progettata con l’obiettivo di offrire un’esperienza d’uso intuitiva: gli utenti possono facilmente individuare aziende e vini ed esplorare le referenze di diverse aree geografiche del Veneto attraverso la mappa integrata.

“La pubblicazione della decima edizione di Vinetia – La Guida ai vini del Veneto rappresenta un importante traguardo e un motivo di soddisfazione per tutta AIS Veneto – spiega Giovanni Geremia, curatore della guida –. La partecipazione delle cantine è in continuo aumento sia ai nostri panel di degustazione sia alle diverse manifestazioni che organizziamo durante l’anno per promuovere i vini della nostra regione e l’attività dell’Associazione Italiana Sommelier. Con l’edizione 2024 abbiamo implementato la nuova app, disponibile su Apple Store e Google Play, per poter avere Vinetia sempre a portata di smartphone”.

“In questa edizione – continua il presidente di AIS Veneto, Gianpaolo Breda – abbiamo coinvolto attivamente la stampa di settore e il mondo della ristorazione nella divulgazione della cultura del vino, da sempre scopo fondante di AIS. Il racconto di un luogo, del lavoro e delle scelte di un produttore sono le chiavi per conoscere a fondo le potenzialità e la bellezza di un territorio. Si tratta di un’opera corale, che si compone di più voci, e che dipinge il Veneto come una terra ricca di eccellenze enologiche da scoprire”.

Vinetia è frutto di un lavoro di ricerca importante, che esplora ogni singolo angolo del Veneto per individuarne e valorizzarne le eccellenze – conclude Marco Aldegheri, vicepresidente di AIS Italia –. Inoltre, i risultati di questa ricerca diventano un vero e proprio patrimonio per l’elaborazione della guida nazionale di AIS Vitae, che sarà presentata il 15 novembre alla Listone Giordano Arena di Milano”.

I degustatori di Vinetia 2024 hanno assaggiato in tutto 2120 vini di 412 produttori. La guida ha premiato inoltre 218 vini con i 4 Rosoni, che rappresentano la fascia di punteggio più alta assegnata dalla commissione di degustazione. Altre 72 etichette hanno ricevuto il Ducato, il riconoscimento dedicato alle referenze che combinano alta qualità con prezzi vantaggiosi. Infine, i migliori 50 produttori su un totale di oltre 400 sono stati insigniti del Premio Rialto.

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi