PASTICCERIA FILIPPI FESTEGGIA 50 ANNI DI ATTIVITÀ CON LA CERTIFICAZIONE IMPRESA CARBON NEUTRAL

L’azienda vicentina riduce e compensa le emissioni di CO2 attraverso il supporto a progetti internazionali di tutela del clima

27

Pasticceria Filippi raggiunge un nuovo traguardo nell’ambito della sostenibilità: l’azienda di Zanè (Vicenza) avviata nel 1972 festeggia i 50 anni di attività (2022) diventando un’impresa Carbon Neutral. Il percorso intrapreso nel 2021 per calcolare le emissioni di anidride carbonica prodotte dalle singole attività dell’azienda ha portato all’ottenimento, nel 2022, della certificazione di ClimatePartner.

Si definiscono Carbon Neutral tutte le imprese, i processi e i prodotti le cui emissioni di CO2 sono calcolate, ridotte e interamente compensate attraverso il finanziamento di progetti di tutela del clima riconosciuti a livello internazionale.

“Nel 2022 – dichiara Andrea Filippi, cotitolare dell’azienda con il fratello Lorenzo e i genitori – abbiamo raggiunto due importanti traguardi: abbiamo festeggiato i nostri primi 50 anni di attività e siamo diventati un’impresa Carbon Neutral. Questa certificazione è un regalo che abbiamo voluto fare a noi stessi, alle persone che lavorano in questa azienda e a tutte quelle che scegliendo i nostri prodotti credono nel nostro impegno come Società Benefit”.

Supportati dalla competenza di Progesto S.r.l. S.B. e ClimatePartner, Pasticceria Filippi ha potuto calcolare le emissioni prodotte dalle attività aziendali: dall’approvvigionamento e consumo di gas ed elettricità all’acquisto di beni funzionali per lo svolgimento delle attività, allo smaltimento dei rifiuti fino ad arrivare anche all’anidride carbonica prodotta dai dipendenti nel percorso da casa per raggiungere la Pasticceria. Per compensarle l’azienda ha aderito a un programma di protezione del clima dedicato alle foreste Mataven, in Colombia. L’iniziativa rappresenta il più grande progetto REDD+ in quel Paese, protegge 1.150.200 ettari di foresta pluviale tropicale, preservandone la biodiversità, e fornisce istruzione, strutture e assistenza sanitaria, sicurezza alimentare e altre prestazioni sociali a oltre 16.000 persone. Il piano opera a stretto contatto con la popolazione locale per dare vita a un cambiamento duraturo a favore di un’economia sostenibile capace di salvaguardare il patrimonio naturale. Il programma contribuisce inoltre all’autosostentamento alimentare di sei diversi gruppi etnici e alla protezione dei territori indigeni attraverso un miglior sistema di monitoraggio, comunicazione e trasporto, al fine di incentivare un’amministrazione autonoma da parte delle comunità.

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi