I lavori più ambiti dagli ex studenti di alberghiero

164

Il nostro è, senza ombra di dubbio alcuno, un Paese a grandissima vocazione turistica ed enogastronomica; sono i numeri lo provano: in Italia, infatti, ci sono circa 33.000 alberghi e circa 195.000 esercizi extra-alberghieri; per quanto riguarda invece la ristorazione, attualmente si contano circa 220.000 ristoranti e pizzerie; è decisamente alto anche il numero dei bar: circa 150.000. 

È vero che gli anni 2020 e 2021 sono stati molto critici per il settore turismo e per quello enogastronomico a causa delle severe restrizioni imposte dalla pandemia da Coronavirus-19, ma è altrettanto vero che la situazione si sta gradualmente normalizzando e che i settori turismo e gastronomia sono quelli in cui è piuttosto concreta la possibilità di ottenere un posto di lavoro o di aprire un’attività redditizia per conto proprio (bar, pizzeria, ristorante, bed and breakfast ecc.). 

È per questi motivi che molti giovani decidono di continuare il loro percorso di studi dopo la scuola dell’obbligo iscrivendosi a una delle tante scuole alberghiere (oggi denominate “Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera”) sia pubbliche che private presenti nella nostra Penisola. 

Ma quali sono i lavori più ambiti da coloro che concludono il loro percorso di studi in un istituto alberghiero? 

Le opportunità di lavoro dopo la scuola alberghiera

Le scuole alberghiere sono istituti di formazione secondaria che offrono diversi sbocchi professionali; i percorsi didattici di queste scuole, infatti, comprendono questi settori: enogastronomia, servizi di sala e di vendita, accoglienza turistica. Ovviamente è scontata anche la presenza delle materie tradizionali che fanno parte dei programmi di tutte le altre scuole secondarie, professionali e no come italiano, matematica, geografia ecc.

Per quanto riguarda le possibili opportunità di lavoro, fra i lavori più ambiti da chi ha frequentato un istituto alberghiero si ricordano in particolare: chef, cuoco, cameriere, pasticciere, barman, responsabile di sala, receptionist, guida turistica, sommelier; l’esplosione di Internet, poi, ha permesso anche a chi aveva competenze enogastronomiche di avviare redditizie attività come blogger gastronomico o come gestore di siti web che trattavano di cucina e/o di alimentazione.  

Le possibilità di lavoro grazie all’arte bianca 

Frequentare un istituto alberghiero offre senz’altro buoni sbocchi professionali, ma è altrettanto possibile avere ottime possibilità di lavoro in ambito enogastronomico anche seguendo altri tipi di percorso; per esempio seguendo un corso panificazione di CORSICEF, corso online che permette di diventare esperti di Arte Bianca (pittoresca espressione che indica la lavorazione del pane e della pizza). 

Il corso, proposto da CORSICEF Centro Europeo di Formazione, azienda leader del settore, e sviluppato in collaborazione con il noto maestro Pier Giorgio Giorilli e la figlia Michela, consente al corsista di acquisire tutte le competenze necessarie a diventare un panettiere oppure un pizzaiolo professionista, professioni che sono sempre più ricercate. 

Come si può facilmente immaginare, sono molte le opportunità professionali che possono scaturire dall’aver frequentato un corso di questo tipo: impiegato in aziende artigianali o industriali (piccole panetterie o panifici di grandi dimensioni); reparti di pasticceria e panetteria di piccoli e grandi supermercati; servizi di caffetteria e di creazione di panini in un bar; aziende alimentari che producono o distribuiscono prodotti da forno freschi, precotti o confezionati a lunga conservazione; pizzerie ecc.  

 

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi