CECCHETTO A TUTELA DELLA BIODIVERSITÀ: IL FUTURO STA NELLE RADICI DI UN ALBERO

Sabato 19 marzo l’azienda trevigiana ha inaugurato un bosco con 1000 nuovi esemplari a Coste di Maser (TV). Un progetto ideato assieme a Etifor che coinvolge scuole e comunità locali

8

Tra le colline asolane, a Coste di Maser (Treviso) cresce un bosco responsabile di tre ettari certificato FSC® – C121844 nel rispetto di rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. Sabato 19 marzo Cecchetto, azienda vitivinicola con sede a Tezze di Piave (TV), ha messo a dimora gli ultimi alberi con l’aiuto dei ragazzi della Scuola media Paolo Veronese di Maser (TV).

Il bosco esistente da oltre tre secoli, un tempo abbandonato, oggi rinasce in un panorama attorniato da ulivi e vigneti, inserito all’interno del sito Rete Natura 2000 e della riserva Mab Unesco. Dopo un primo processo di pulizia e riassetto dell’habitat avvenuto nel 2018, sono state organizzate attività didattiche e create nuove strade forestali, per proteggere questo ecosistema e per farlo conoscere a turisti, appassionati della natura e all’intera comunità locale. Passeggiandovi all’interno, infatti, si possono ammirare castagni secolari, ciliegi selvatici, frassini, bagolari e molte specie mellifere sotto le quali sono state posizionate alcune arnie.

L’appuntamento con la natura organizzato dall’azienda ha coinvolto gli studenti anche in una lezione di apicoltura con Giuseppe Morosin, esperto della fattoria didattica Apicoltori del Grappa. Un momento formativo coinvolgente dedicato allo svernamento degli alveari presenti nel bosco di Villa delle Coste.

Cecchetto con questo progetto punta all’obiettivo di diventare climate positive entro il 2026, creando un ambiente salubre e virtuoso in cui la presenza delle api diventi un segno tangibile dell’utilizzo di processi eco-sostenibili che incentivino lo sviluppo armonico della biodiversità. Un piano di sostenibilità ideato e sviluppato assieme a Etifor, spin-off dell’Università di Padova, che offre consulenza a enti e aziende per migliorare i benefici economici, ambientali e sociali di politiche, progetti e investimenti attraverso la scienza, l’innovazione e la buona governance. In occasione della piantumazione di sabato 19 marzo, il team di Etifor ha presentato al pubblico il progetto di gestione del bosco, introducendo importanti tematiche legate al cambiamento climatico e alla tutela della biodiversità.

Fare impresa in maniera sostenibile, condivisa e inclusiva, coinvolgendo e sensibilizzando le comunità locali: questo è il nostro compito – dichiara Sara Cecchetto, Responsabile sostenibilità dell’azienda – Come realtà agricola dobbiamo curare e preservare le risorse offerte dal territorio. Infatti, dal 2017 misuriamo le nostre performance ambientali con la certificazione V.I.V.A. La sostenibilità nella vitivinicoltura, rilasciata dal Ministero della Transizione Ecologica, e con indicatori che valutano la nostra ‘impronta’ sull’ecosistema (carbon e water footprint)”.

Un impegno che ha portato autorevoli riconoscimenti all’azienda: l’ultimo è il Premio speciale “Giovane Imprenditore”, assegnato proprio a Sara Cecchetto durante la IX edizione del Premio Impresa Ambiente, iniziativa promossa in Italia dalla Camera di Commercio di Venezia Rovigo.

A presenziare, a conferma dell’importanza del progetto, il sindaco di Maser Claudia Benedos e l’onorevole Franco Manzato, deputato alla Camera. Tra gli ospiti dell’evento anche Alex Pra del team di Etifor e Stiven Rizzotto, imprenditore ed esperto in lavori boschivi.

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi