Giornale Online di EnoGastronomia

CALENDARIO DELL’AVVENTO: 19 DICEMBRE

Il Natale con il Pastificio Bolognese di Torino

98

 

Stelle di Natale al ripieno di fonduta; abetini (verdi) di magro. Ma anche i classici plin di Langa, gli agnolotti paesani con arrosto di fassone piemontese e di maiale e le varie declinazioni a base di pesce.
Sono solo alcune delle paste fresche che si possono acquistare al Pastificio Bolognese Muzzarelli di Torino accanto ai nuovissimi “tortelli di Achille” ideati dalle sorelle Muzzarelli in omaggio al patron, e padre, dello storico Pastificio.
“Il Natale è un momento speciale dell’anno – sottolinea Cristina Muzzarelli del Pastificio Bolognese – ed è proprio per questo che abbiamo pensato di suggerire ai nostri clienti qualche abbinamento per cucinare e apprezzare al meglio la nostra pasta compresi i “tortelli di Achille” seppur al loro interno abbiano già il ragù. Ecco i nostri suggerimenti”.

Tortelli di Achille con CREMA DI PARMIGIANO REGGIANO
Ingredienti per 1 persona: 20 g di burro – 20 g di farina – 200 g di latte tiepido – tanto Parmigiano Reggiano
Preparazione
Sciogli il burro in un pentolino. Aggiungi a pioggia la farina e amalgama con una frusta (il fuoco deve essere delicato). Aggiungi poco alla volta il latte precedentemente riscaldato e lavora bene con la frusta perché non devono formarsi i grumi, 5-6 minuti di cottura ed è il momento del Parmigiano Reggiano che metterai in abbondanza sempre seguendo il tuo gusto e mescolando bene con la frusta. Aggiusta di sale e, se vuoi, per dare uno sprint in più, puoi aggiungere una grattatina di pepe o di noce moscata. Versa la salsa sul fondo del piatto e adagia sopra i TORTELLI DI ACHILLE… ancora una spolverata di parmigiano “effetto neve’” e voilá, il primo è servito.
Tempo di preparazione: 10 minuti
Pasta consigliata: Tortelli di Achille

 

 

Abetini verdi ripieni di ricotta e spinaci alla SALSA DI NOCI
Ingredienti per 4 persone: 20 gherigli di noci – 1 bicchiere di latte – 30 g di mollica di pane – ½ spicchio d’aglio (piccolino) – 4 cucchiai di Parmigiano Reggiano – ½ cucchiaio di maggiorana (se si desidera) – 1 cucchiaio di pinoli – 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva – sale q.b.
Preparazione
Questa è una ricetta tipica ligure, dal gusto delicato ma intenso, ideale come condimento per molteplici formati di pasta. Per prima cosa, buttiamo in acqua bollente i gherigli e lasciamoli bollire per 5 minuti, quindi scoliamoli e adagiamoli su un canovaccio, in modo da asciugarli e togliere la buccia. Nel frattempo bagniamo la mollica del pane con il latte aggiungendolo poco alla volta. Strizziamo bene e l’eccesso di latte non lo buttiamo ma lo teniamo da parte. A questo punto mettiamo nel mixer: le noci, i pinoli, la mollica ammorbidita, la maggiorana, l’aglio privato dell’anima centrale, il parmigiano grattugiato e frulliamo, aggiungendo poco alla volta l’olio e, se la salsa è troppo densa, il latte messo precedentemente da parte. All’ultimo momento aggiustiamo di sale.
La salsa di noci è pronta per essere gustata, non deve essere riscaldata ma al momento dell’utilizzo allungata con un po’ di acqua di cottura e se risultasse troppo liquida addensatela con il parmigiano.
Tempo di preparazione: 15 minuti circa
Paste consigliate: Abetini di Natale, Cappelli del prete, Tortelloni di magro.

 

Stelle di Natale ripiene di fonduta con RAGÙ DI NOCCIOLE

Ingredienti per 4 persone: 200 g granella di nocciole tostate – 500 g di passata di pomodoro corposa – 30 g di porcini secchi ammollati (se piacciono!) – 200 g soffritto (sedano, carota, cipolla) – 2 rametti rosmarino – Olio evo – Brodo vegetale 2 bicchieri – Sale e pepe
Preparazione
In una pentola di ghisa o terracotta a bordo alto (adatte alle lunghe cotture) mettete ad appassire con olio evo il soffritto con i funghi ammollati, strizzati e tritati grossolanamente (in pastificio ne trovate di buonissimi!). Il porcino secco dà un tocco di grinta in più al ragù, ma può anche essere omesso dalla ricetta. Quando soffritto e funghi sono morbidi e dorati aggiungete la granella di nocciole e il rosmarino tritato fine fine. Unite la passata di pomodoro, amalgamate bene tutti gli ingredienti e aggiungete i due bicchieri di brodo vegetale. Continuate la cottura a pentola coperta per 60 minuti a fuoco basso controllandolo ogni tanto. Gli ultimi 30 minuti di cottura scoprite la pentola e lasciate asciugare il ragù. Aggiustate di sale e pepe a vostro gusto.
Il ragù di nocciole è pronto!
Tempo di preparazione: 90 minuti
Paste consigliate: Stelle di Natale, Langaroli di fonduta, Pappardelle, Tortelloni, Maltagliati.

Agnoli di cappone al RAGÙ BIANCO DI CAPPONE

Se si volesse seguire la tradizione del Natale dovrebbero “morire nel brodo”, meglio se di cappone, ma si possono preparare anche asciutti con un ragù di cappone essendo la carne di cappone delicata e saporita, poco grassa e molto digeribile.

Ingredienti per 4 persone: 200 g di soffritto (sedano, carote, cipolle) – 600 g polpa di cappone tritata grossolanamente – 150 g lardo tritato grossolanamente – Salvia – Rosmarino – Alloro – Vino bianco qb – Sale e pepe
Preparazione
Preparare il trito di erbe e dividetelo in due (20 gr. di trito in totale ). Mettete ad appassire il soffritto con un po’ di olio d’oliva e, quando sarà pronto, aggiungete il trito di cappone insieme al lardo tritato grossolanamente e la metà del trito di erbette. Fate rosolare bene a fuoco vivace. Quando la carne risulta ben sigillata, sfumate con il bicchiere di vino bianco (se un vino bianco corposo molto meglio) e fate tirare tutto il liquido per bene. Solo ora aggiungete l’altra metà delle erbette tritate finemente e fate cuocere una decina di minuti a fuoco delicato. Se ci fosse bisogno allungate con un pochino di brodo vegetale. A fine cottura controllate la salatura e date una bella macinata di pepe. Questo ragù è buonissimo anche fatto con la carne di pollo o con la carne di coniglio.
Tempo di preparazione: 20 minuti circa
Paste consigliate: Agnoli di cappone, Cenci al rosmarino, Tagliatelle.

 

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi