Giornale Online di EnoGastronomia

RI-GENERAZIONE PREIDLHOF LUXURY DOLCEVITA RESORT

L’hotel 5 stelle dal 31 gennaio propone il nuovo concetto di transformational experience

43

Perché cambiare ciò che è già quasi perfetto? Da oltre 50 anni il Preidlhof Luxury DolceVita Resort rappresenta un punto di riferimento per l’ospitalità in Alto Adige, eppure con il 2020 la famiglia Ladurner, titolari dell’hotel dal 1996, ha deciso di affrontare un rinnovo importante: non è strutturale (l’edificio principale è stato ricostruito completamente solo nel 2017) ma di concetto, non di gestione ma di approccio al cliente. L’obiettivo è quello di migliorare ulteriormente nel panorama ormai affollato dell’offerta alberghiera altoatesina e di presentare una nuova versione del Preidlhof, ancora più vicino all’ospite (italiano e straniero), che cerca una vacanza rigenerante per il corpo ma soprattutto per la mente.

Dopo accurati studi e ricerche, Klaus Ladurner, proprietario dell’hotel 5 stelle, ha compreso che l’unico modo per alzare ancora di più il livello di soddisfazione del cliente è quello di mettere il cliente stesso al centro dell’esperienza al Preildhof. “La vacanza non è più intesa soltanto come momento di fuga, – spiega Ladurner – deve essere l’occasione imperdibile per scoprire se stessi e imprimere nella memoria emozioni indimenticabili. Vorrei che il Preidlhof non fosse soltanto un posto qualsiasi in Alto Adige in cui trascorrere delle belle giornate, ma il luogo che ha segnato per i miei ospiti un momento importante della loro vita, perché lo stare bene fra queste mura non è soltanto il benessere di un massaggio, ma anche il benessere profondo ritrovato.”

È una modalità di approccio al cliente che porta numerose novità in ogni settore dell’hotel e che si adatta in particolare alle esigenze della nuova generazione, molto più attenta e sensibile alle tendenze odierne, incentrate sulla ricerca della salute psicofisica attraverso l’esperienza sensoriale. La persona che Ladurner ha scelto per contribuire a questo cambiamento è la Wellness Concept Designer e Spa Director Patrizia Bortolin. Originaria di Bolzano, Bortolin è dotata di ampia esperienza accumulata in diverse realtà alberghiere internazionali di alto livello. È promotrice di progetti legati al concetto di psico-spa, tra cui il Glowing Flow, metodo attraverso il quale i migliori trattamenti benessere sono funzionali alla mindfulness e al ristoro emotivo sulla linea dell’healing, e il Transformational wellness, che vuole interpretare appunto l’esperienza in questa struttura come fautrice di una trasformazione interiore, arricchente e positiva per l’ospite.

Tutto staff del Preidlhof ha quindi iniziato da mesi un percorso di aggiornamento formativo determinante e necessario. La riapertura del 31 gennaio segnerà la partenza di questo progetto innovativo. Dalla reception alla sala da pranzo, dall’area wellness alla Medical Spa, dal training indoor alle escursioni nei boschi circostanti: ogni momento passato in hotel sarà una scoperta, un rifiorire, una ricerca di connessione con se stessi.

Fonte: Ufficio Stampa

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi