Giornale Online di EnoGastronomia

Prima edizione di Ossola in cantina

Cantine aperte in val d'Ossola

61

Il 5 maggio dalle 11 alle 18  otto cantine della Val d’Ossola saranno le tappe di un percorso degustazione alla scoperta dei vigneti eroici nelle Alpi piemontesi.

Una giornata imperdibile per scoprire e valorizzare piccoli produttori di un lembo di Piemonte la cui anima vitivinicola non è ancora conosciuta ed apprezzata come dovrebbe. Ogni cantina proporrà una degustazione differente: si passa così dal fresco Chardonnay all’antico e raro Prünent, dal Nebbiolo al Merlot fino ad un Passito che non ti aspetti

Le cantine sono:

La Cantina di Tappia, Cantine Garrone, Istituto Professionale per l’agricoltura e lo sviluppo rurale Silvio Fobelli, ECA – Bonacci,  Azienda Agricola Cà da l’Era, Villa Mercante di Luca Mercante, Azienda Vitivinicola Edoardo Patrone, Agriturismo La Tensa.

I vigneti in val d’Ossola sono ubicati su terreni con pendenze importanti ad altitudini di media montagna, al pari dei più conosciuti in Valtellina, Liguria o nel vicino Canton Vallese svizzero. Perla del vino locale è da sempre il Prünent, Nebbiolo tradizionale citato per la prima volta in una pergamena del 1309, il cui nome deriva dal riferimento al sapore di prugna e/o alla nebbia (pruina) che caratterizza la tarda maturazione autunnale.

I fianchi delle montagne della Val d’Ossola, fino ad un secolo fa letteralmente coperti dai 400 ettari di vigneti, sono vere e proprie terrazze assolate e grazie all’impegno di valorosi coltivatori stanno tornando a regalare piccoli e grandi gioielli enologici.

Dal 2009 la DOC “Valli Ossolane” ha contribuito ad un ulteriore rilancio della produzione a km0, che il pubblico potrà apprezzare grazie al completo ventaglio di proposte di “Ossola in Cantina”.

Prendere parte all’evento del 5 maggio significa anche sostenere la passione di queste piccole realtà produttive, che non solo valorizzano un prodotto locale d’eccellenza, ma contribuiscono anche a rafforzare quel legame tra uomo e natura oggi ancora troppo trascurato.

La manifestazione, nata su iniziativa della Condotta Slow Food Valle Ossola e organizzata dall’Associazione Produttori Agricoli Ossolani con la collaborazione dell’Associazione Italiana Sommelier VCO, prevede un biglietto unico di ingresso in prevendita al prezzo speciale di € 15 (il giorno stesso dell’evento sarà acquistabile presso la prima cantina visitata al costo di € 20.

Piera Genta

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi