NASCE LA “BOTTEGA DI PIAZZA GRANDE” DI ACETAIA GIUSTI

L’acetaia più antica del mondo inaugura il suo primo punto vendita nel cuore di Modena. Uno spazio dove degustare i prodotti iconici e immergersi nel racconto di più di 400 anni di storia.

290

Acetaia Giusti, la più antica al mondo fondata a Modena nel 1605, ha da poco aperto il primo punto vendita diretto, nel centro storico della città. Nasce così la “Bottega di Piazza Grande”, affacciata sulla piazza patrimonio Unesco diventata simbolo dell’artigianalità modenese, così come il palazzo firmato dall’architetto Gio Ponti che la ospita.
La “Bottega di Piazza Grande”, un voluto rimando alla tradizione nel nome, è uno spazio raffinato e suggestivo: una piccola boutique dell’aceto balsamico in cui trovare in degustazione gli Aceti Balsamici Giusti, circondati da botti secolari e antichi oggetti dell’arte acetiera. In un’atmosfera senza tempo che richiama il Museo Giusti, si costruisce così il racconto degli oltre 400 anni di attività dell’Acetaia, con la volontà di trasmettere tutto il valore custodito in ogni bottiglia di Aceto Balsamico, un prodotto nobile e antico che si rinnova nel contemporaneo. I visitatori non si limitano a scegliere una bottiglia da uno scaffale, ma ascoltano una storia che rende l’esperienza unica e personale.
I prodotti in degustazione sono tutti quelli che hanno reso Giusti simbolo di eccellenza del Made in Italy gastronomico nel mondo: La Collezione Storica con gli aceti balsamici di diverse ricette e invecchiamenti, l’immancabile Aceto Tradizionale di Modena DOP che riposa per anni nelle botti secolari, ma anche gli aceti biologici di Azienda Agricola Giusti, fino al Vermouth invecchiato in botti di Aceto Balsamico, i cioccolatini e panettoni al balsamico.
“Con l’apertura della ‘Bottega di Piazza Grande’ abbiamo l’onore di portare nel cuore della nostra città una piccola parte di storia dell’Acetaia e del Museo Giusti, augurandoci così di poter contribuire alla valorizzazione del centro storico di Modena, dove il turismo internazionale cresce di giorno in giorno” commenta l’Amministratore Delegato Claudio Stefani Giusti.
“Alla base del nostro approccio e della nostra crescita c’è, insieme a una costante ricerca di qualità, la volontà di diffondere la cultura dell’aceto balsamico, un prodotto ricco di tradizione che produciamo con orgoglio da oltre di 400 anni. Questo si traduce nella creazione di esperienze dirette che ci aiutano a comunicarne il valore, e nel caso di ‘Bottega di Piazza Grande’ in un approccio sartoriale tipico delle boutique, dove il potere della narrazione è un fattore fondamentale nella scelta di acquisto.
Crediamo che poter raccontare una storia affascinante sia insieme un privilegio e un punto di forza: lo facciamo ogni giorno aprendo le porte della nostra Acetaia e del Museo ai visitatori. Con la ‘Bottega di Piazza Grande’ abbiamo voluto portarne una parte nel centro storico di Modena con l’idea di creare un format che possa essere replicato in Italia e all’estero, a cominciare dai paesi in cui Giusti è già un brand forte”.
Il 2018 si è chiuso con un fatturato di € 8,5 milioni (di cui il 60% realizzato in 60 paesi fuori dall’Italia) confermando il trend di crescita a due cifre degli ultimi anni. Con l’apertura del primo punto vendita diretto si conclude un biennio in cui l’AD Claudio Stefani Giusti, 17esima generazione della famiglia, ha portato avanti brillanti obiettivi di espansione, seguendo una strategia precisa di rafforzamento del brand attraverso internazionalizzazione, investimenti su giovani, ricerca e innovazione, promozione del territorio.
A ottobre 2018 è stato inaugurato il Museo Giusti all’interno di un borgo agricolo restaurato con un investimento di 2 mln di euro, che ogni hanno accoglie più di 25.000 visitatori da tutto il mondo.
Con l’apertura delle prime due filiali commerciali estere in Corea e la seconda quest’anno Stati Uniti, sono stati aumentati in maniera massiccia gli investimenti per sviluppare una rete commerciale sempre più strutturata, in grado di sostenere la crescente domanda di Aceto Balsamico di qualità nel mondo. Un segnale forte che testimonia la forza del brand e l’attenzione sempre maggiore dei consumatori verso un prodotto di qualità che racconta un territorio ed è uno straordinario ambassador della cultura enogastronomica italiana nel mondo.

Fonte: Ufficio Stampa

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi