L’ASOLO PROSECCO CELEBRA FREYA STARK CON 400 BOTTIGLIE IN EDIZIONE LIMITATA

L’etichetta è stata creata in occasione dei cent’anni dalla nascita e i trent’anni dalla morte della scrittrice e viaggiatrice inglese che visse ad Asolo

16

L’etichetta è stata creata in occasione dei cent’anni dalla nascita e i trent’anni dalla morte della scrittrice e viaggiatrice inglese che visse ad Asolo

Il Consorzio Asolo Prosecco dedica a Freya Stark quattrocento bottiglie istituzionali in edizione limitata per celebrare i cent’anni dalla nascita e i trent’anni dalla morte. Lo scopo dell’iniziativa è sostenere il convegno dedicato alla scrittrice e viaggiatrice inglese Freya Stark – tra Occidente e Oriente, in programma venerdì 17 e sabato 18 novembre ad Asolo e curato da Cristina Mondin, archeologa e manager del Museo Civico di Asolo, ente che promuove l’evento assieme all’associazione no profit MAReA. L’appuntamento, a cui interverranno studiosi di fama internazionale, prevede due sessioni: una dedicata a Freya Stark nell’asolano e la seconda dedicata al Medio Oriente e ai luoghi che lei visitò a partire dal 1927. L’etichetta, con l’illustrazione di Giulia Scremin e la grafica realizzata da Studio Paffi di Verona, riporta il ritratto della Stark, inventrice del genere travel writing, icona della libertà e dell’emancipazione femminile, innamorata di Asolo a tal punto da scegliere il borgo come buen retiro e luogo dove essere sepolta. Alle sue spalle si intravedono, oltre a Istanbul, le amate colline e la Rocca, simbolo della cittadina.

“Freya Stark – dichiara Ugo Zamperoni, Presidente del Consorzio Asolo Prosecco – è senza dubbio una delle figure più note che, nel corso della storia, hanno eletto Asolo a luogo del cuore. Forte e indipendente, fu un fulgido esempio di intellettuale della sua epoca. A lei dedichiamo la nostra etichetta speciale, consapevoli che la cultura e la bellezza del borgo, di cui Freya si fece portavoce, passa anche attraverso un calice di vino. Spetta a noi promuovere un territorio unico nel suo genere, che nel corso dei secoli seppe conquistare il cuore di numerosi nomi noti e che nel tempo ha saputo mantenere immutato il suo fascino”.

“Asolo, Cittaslow International e tra i Borghi più belli d’Italia, è da sempre cittadina di arte e cultura – continua Mauro Migliorini, Sindaco di Asolo –. Se queste rappresentano il volano per ogni attività turistica, il patrimonio enogastronomico sta assumendo un ruolo primario attraendo sempre più persone. Quella tra il Consorzio Asolo Prosecco e le istituzioni asolane rappresenta una sinergia in grado di aumentare la conoscenza e la valorizzazione dei nostri vini, del paesaggio e della storia di questo borgo. Un plauso quindi al Consorzio che ha dedicato uno dei prodotti simbolo del territorio, eccellenza riconosciuta e internazionalmente apprezzata, a una donna che del viaggio sostenibile, della conoscenza e della cultura ha fatto il suo stile di vita, scegliendo Asolo come luogo prediletto”.

“Quando Freya Stark all’età di un anno, nel 1894, iniziò a frequentare Asolo – conclude Cristina Mondin – venne fatta giocare in quello che poi diventò il giardino di villa Freya; diversamente rispetto a quello che è oggi, il giardino era un vigneto. Gli studi che il Museo Civico ha condotto, e che saranno presentati al convegno, ci mostrano come Freya Stark fosse una grande estimatrice delle caratteristiche del nostro territorio: le colline dolci, il clima mite, il passeggiare rilassato in un ambiente accogliente e riservato. Unire cultura ed enologia in questo progetto significa affiancare due aspetti che caratterizzano il nostro territorio oggi come allora”.

Le bottiglie dedicate a Freya Stark donate dal Consorzio sono disponibili nello shop del Museo Civico di Asolo a partire dall’11 novembre.

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi