CANTINE DI VERONA: AI RICERCATORI MATEO SERÉ E CARLA RONZA IL “PREMIO BROLO DEI GIUSTI”

12

La cooperativa di Quinto (Verona) ha premiato due progetti presentati durante la Conferenza Internazionale Annuale della Società Italiana di Economia dello Sviluppo

Mateo Seré e Carla Ronza sono i vincitori del “Premio Brolo dei Giusti” di Cantine di Verona, che è stato assegnato loro durante la Conferenza Internazionale Annuale della Società Italiana di Economia dello Sviluppo, tenutasi dal 15 al 17 settembre a Villa Doria d’Angri, sede dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”. Tra coloro che hanno discusso i propri progetti di ricerca Mateo Seré, dottorando delle Università di Anversa (Belgio) e Pompeu Fabra di Barcellona (Spagna), è stato premiato per la miglior tesi di dottorato in ambito economico, mentre Carla Ronza, dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, è l’autrice del miglior paper presentato da un giovane studioso.
La settima edizione della Conferenza, dal titolo “In cerca di una nuova utopia in un mondo di 4 difficili transizioni”, è stata organizzata in collaborazione con ISMed-CNR, Istituto di Studi Sul Mediterraneo, e il Dipartimento di Studi Aziendali ed Economici dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”. Ricercatori e docenti delle migliori università di economia al mondo hanno affrontato quattro grandi temi: il cambiamento climatico, l’aumento delle ineguaglianze, la crescente diffusione delle tecnologie 4.0 e dei robot, gli squilibri demografici.
“Anche quest’anno abbiamo scelto di confermare il nostro sostegno alla Società Italiana di Economia dello Sviluppo – dichiara Luigi Turco, presidente di Cantine di Verona – Come partner della Conferenza Internazionale Annuale dell’associazione vogliamo dare il nostro contributo alla comunità scientifica e a quanti si interrogano su nuove sfide e modelli di crescita che guardano al futuro. In questo modo l’eccellenza nel vino incontra l’eccellenza nella cultura”.
L’Amarone Brolo dei Giusti DOCG Riserva 2013 ha fatto anche parte del I Premio “in memoriam of Jean Paul Fitoussi”, assegnato a Giovanni Andrea Cornia, professore ordinario di Economia all’Università degli Studi di Firenze, “per la sua brillante carriera di economista dello sviluppo e il suo apprezzatissimo investimento nella formazione di giovani economisti”.
Ad Antonio Garofalo, Rettore dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, a Vincenzo Galasso, docente dell’Università Bocconi e keynote speaker della Conferenza Internazionale Annuale della Società Italiana di Economia dello Sviluppo, a Pasquale Persico, Economista dello Sviluppo dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, a Maria Rosaria Carillo, Direttrice del Centro di Economia della Crescita – CRISEI dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, a Salvatore Capasso, Direttore ISMed-CNR, e a Furio Rosati, Direttore ICID – Italian Center of International Development dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, il gruppo cooperativo scaligero ha donato una copia del volume “Valpantena: dal Vinum Raeticum all’Amarone” e l’Amarone Torre del Falasco DOCG 2018, che deve il nome al brigante Falasco che nel 1600 imperversava in Valpantena e utilizzava come covo una fortezza, di cui oggi rimane solo una piccola torre situata nella frazione di Stallavena (Verona).

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi