Giornale Online di EnoGastronomia

SANA PREMIA IL BURRO SALATO BIOLOGICO DI CASCINA BIANCA

Il burro salato biologico a marchio Cascina Bianca, una delle anime della Cooperativa I Tesori della Terra Onlus, è stato proclamato vincitore all’interno della categoria Burro in occasione degli Awards 2020 di Sana Restat 2020, la nuova formula di SANA, Salone internazionale del biologico e del naturale.

22

Si tratta di un riconoscimento di portata internazionale. Da oltre trent’anni, infatti, SANA è il punto di riferimento per la filiera biologica, con la propria vocazione a trovare nuovi e avanzati punti di incontro tra business e sostenibilità. La cerimonia di premiazione si è svolta oggi, venerdì 9 ottobre, presso il quartiere fieristico. Qui il burro salato biologico a marchio Cascina Bianca è stato chiamato a salire sul podio.
Si tratta di un prodotto, anzi di un sogno, che ha origine e prende forma nella pianura cuneese, ai piedi del Monviso, dove la Cooperativa I Tesori della Terra alimenta un modello agricolo e sociale di qualità da oltre trent’anni. Tutto è realizzato secondo il metodo biologico cercando, da sempre, di coniugare l’aspetto umano a quello imprenditoriale.
Il burro salato biologico è prodotto esclusivamente con latte piemontese, raccolto e trasformato nel comprensorio della provincia Granda. Si tratta di un burro centrifugato, nel rispetto del più nobile procedimento caseario, diffuso soprattutto nei paesi del Nord Europa e in Francia. Nella realizzazione di questo prodotto, viene impiegato latte fresco appena munto poi sottoposto a un processo di centrifugazione così da permettere la separazione dei globuli di grasso dal latte magro. Il risultato è un burro di prima qualità, molto pregiato, dall’alto piacere gastronomico e ideale anche mangiato crudo. A renderlo unico, soprattutto in termini di gusto, è stata la scelta di salarlo nella misura dell’1% del prodotto. Alla vista il burro salato biologico presenta un colore candido, al naso un aroma floreale, in bocca è gustoso ma pur sempre delicato.
“Questo prodotto è nato per assolvere un’esigenza del mercato ma oggi è oggetto di studi e revisioni. Stiamo infatti lavorando per impiegare il Sale di Cervia. Questo riconoscimento ci rende orgogliosi e ci permette di proseguire in un percorso volto alla qualità e al gusto. Si parte con la materia prima, del territorio e prodotta nel rispetto delle norme biologiche. Si prosegue selezionando ricette in grado di esaltare ed incrementare la qualità”, commenta Fabrizio Oggero, una delle anime della Cooperativa I Tesori della Terra.

 

 

Cooperativa I Tesori della Terra è una piccola cooperativa agricola del cuneese nata nei primi anni duemila dall’unione di due belle realtà che praticano il metodo biologico fin dagli anni ’80 e che fanno parte dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi nel 1968. Da due volontari, un sogno e tanta, tanta fatica è germogliata una realtà lavorativa capace oggi di autosostenersi producendo, trasformando e commercializzando prodotti biologici d’eccellenza, in grado nel contempo di integrare e valorizzare al suo interno persone in difficoltà. La Cooperativa presta la massima attenzione al rispetto dei disciplinari per la produzione biologica stabiliti dall’Unione Europea, dall’altro tende la mano alle persone più fragili. Così, mentre la produzione vera e propria dei prodotti alimentari è affidata per intero ai tecnici specializzati dello staff della Cooperativa, sono più di venti i ragazzi con difficoltà che si occupano di etichettatura, imballaggio e spedizione dei prodotti, della piccola manutenzione delle grandi aree esterne, del supporto alla cura degli animali e dei campi, della mensa aziendale e di altre mansioni alla portata di ciascuno di loro.
Il Marchio Cascina Bianca ha reso il concetto di prodotto fresco una realtà. La produzione è esclusivamente biologica ed ogni referenza è realizzata con amore e nel rispetto della tradizione e della natura. La passione sposa la qualità tecnologica attraverso tutte le garanzie di controllo degli ingredienti e della produzione che solo un’azienda moderna può dare. L’arte agricola e quella zootecnica rispettano i tempi della terra, i ritmi e la dignità delle persone e degli animali.

 

Fonte: Ufficio Stampa

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi