Giornale Online di EnoGastronomia

RISTORANTI DELL’OLIO 2020

Organizzano due giornate dedicate all’olio, alla salute e al buon cibo in cui saranno premiati i migliori oli per la ristorazione, insieme a chef, pizzaioli e assaggiatori.

185

 

 

Sabato 22 e domenica 23 febbraio sono date da segnare in agenda per tutti coloro che amano l’olio e che vogliono imparare a conoscerlo non solo come alimento, ma anche come ingrediente indispensabile per un’alimentazione sana e completa.

Grazie ad AIRO – Associazione Internazionale Ristoranti dell’Olio, saranno organizzate queste due giornate che si articoleranno in due momenti ben distinti: uno scientifico formativo ed uno più conviviale.

Il giorno 22 febbraio avrà infatti luogo presso la Limonaia di Villa Montalvo a Campi Bisenzio -Firenze, il convegno dal titolo “La medicina generale, la medicina specialistica, l’alimentazione e i farmaci”. Una giornata dedicata all’importanza dell’alimentazione non solo come prevenzione, ma anche come parte della cura. A prendere parola sul tema ci saranno medici professori ed uno degli chef o pizzaioli AIRO che spiegherà come tradurre il concetto di alimentazione sana in un piatto della dieta mediterranea.

 

Il giorno 23 febbraio invece presso l’Hotel Four Seasons di Firenze, si terrà la serata di premiazione seguita da una cena di beneficenza il cui ricavato sarà devoluto alla Fondazione Umberto Veronesi.
Le categorie premiate saranno “Ristoranti dell’olio”, “Selezione AIRO” e “Assaggiatori di olio”.

Per la categoria “Ristoranti dell’olio” saranno premiati: il miglior “Chef dell’Olio”- il cuoco che utilizza al meglio l’olio in cucina, lavorando sugli abbinamenti e sulla scelta opportuna di differenti oli per caratterizzare i propri piatti. “Il Ristorante dell’Olio”- il ristorante dove si offre un servizio di olio di eccellenza, proponendolo al cliente nella maniera ritenuta dalla giuria la più opportuna. “La Pizzeria dell’Olio”- la pizzeria dove o il pizzaiolo o il servizio di sala, o entrambi, prestano particolare attenzione al prodotto olio Evo di eccellenza.

E’ inoltre previsto un Premio Speciale assegnato dalla Fondazione Veronesi per il ristorante maggiormente attento agli aspetti salutistici nel menù: Premio ristorante nutraceutico.

 

Il Concorso per il “Miglior assaggiatore” è aperto a tutti. I premi previsti sono:
– Miglior assaggiatore ufficiale: premio riservato agli assaggiatori iscritti all’elenco nazionale (premi previsti per il primo, secondo e il terzo classificato)
– Miglior “consumatore” premio al miglior assaggiatore non ufficiale (premio riservato al primo classificato)

 

 

AIRO, Associazione Internazionale Ristoranti dell’Olio, nasce sulla scia degli insegnamenti dettati da due tra i massimi esperti di olio extravergine di eccellenza: Marco Mugelli e Massimo Pasquini, che sono riusciti nel durissimo compito di dare risalto all’eccellenza e diffondere una passione pura, legata ad una costanza nel lavoro e una dedizione ancora ineguagliate.

L’olio extravergine di qualità può distinguersi, non solo per le indiscutibili qualità organolettiche, ma soprattutto per le sue naturali proprietà nutritive e salutari. Proprio in questa direzione vuole guardare AIRO, cercando di incanalare l’impegno dei produttori attraverso il canale privilegiato della ristorazione.

Sarà un evento speciale che darà agli ospiti non solo la possibilità di scoprire la meravigliosa realtà di Dievole, ma anche l’opportunità di assaggiare gli Oli di produttori che rappresentano le eccellenze italiane.

A.I.R.O. nasce a febbraio 2013 con l’idea di portare l’eccellenza dell’olio sulle tavole e nelle cucine dei ristoranti. Nel 2003 Filippo Falugiani segue i corsi e gli insegnamenti del compianto Marco Mugelli, esperto elaiotecnico di fama mondiale. La passione per l’olio extravergine di oliva fu folgorante, così trasferisce nel ristorante di famiglia le conoscenze acquisite sull’olio; emergono immediatamente alcuni problemi di carattere economico, ma soprattutto vengono a galla aspetti legati alla valorizzazione dell’olio di qualità. Decide pertanto, assieme ai figli di Mugelli, Matteo e Marta, di fondare un’associazione che potesse dare stimolo al miglioramento della cultura dell’olio in cucina e in sala: A.I.R.O. Attualmente A.I.R.O. conta circa 400 soci tra cui oltre 200 aziende da tutto il mondo e più di 50 ristoranti. E’ composta da una squadra di persone impegnate che hanno abbracciato la causa e la supportano nella battaglia a favore dell’olio EVO e del suo corretto utilizzo.

 

 

Fonte: Ufficio stampa

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi