Giornale Online di EnoGastronomia

LOCHERBER MILANO AMPLIA LA COLLEZIONE “TAPPI RARI”

Autentici capolavori realizzati a mano e in edizione limitata.

54

 

Le fragranze per ambiente rappresentano un elemento fondamentale per completare, armonizzare e aggiungere un tocco di personalità agli spazi domestici. Se questo è sempre vero per le proposte Locherber Milano, lo è ancora di più per la rinnovata collezione “Tappi Rari” che fa dei diffusori esclusivi oggetti d’arredo.

Protagonista della linea, l’iconico tappo T2 ispirato agli antichi capitelli classici a cubo sgusciato, diventato un elemento distintivo per Locherber Milano. Con “Tappi Rari” l’eleganza del T2 viene esaltata grazie all’utilizzo di materiali pregiati e di altissima qualità plasmati da mani esperte che danno vita ad autentici capolavori: pezzi unici che coniugano sapiente lavorazione artigianale e design.

I “Tappi Rari”, in edizione limitata e numerata e rigorosamente made in Italy, sono realizzati utilizzando legni rari, antichi marmi e pietre semipreziose, materiali che trovano spesso impiego nei progetti di interior design per creare rivestimenti, boiserie o pregiati dettagli di stile.

Disponibili sia per il formato da 2.500 ml, con o senza basamento a LED, sia per il formato da 1000 ml, a seconda del materiale utilizzato, i “Tappi Rari” sono un dettaglio prezioso per gli eleganti flaconi in vetro verniciato a mano. Veri gioielli di artigianalità, sono custoditi in eleganti cofanetti.

 

PIETRE SEMIPREZIOSE E MARMI

SODALITE
Rara varietà di granito proveniente dal Sud America, viene estratta prevalentemente da una cava a 3.800 m di altitudine sulle Ande Boliviane. È una pietra dal fascino mistico: il suo blu vibrante, attraversato da irregolari venature bianche, grigie e nere, infonde una naturale sensazione di relax ed energia positiva. Per questo la Sodalite è spesso utilizzata per il rivestimento delle aree wellness ed è molto amata nell’ambito delle applicazioni di lusso. L’intensità delle superfici realizzate in Sodalite non può lasciare indifferenti.
Disponibile sia per il formato da 2.500 ml, sia per il formato da 1000 ml.

PETRA
Evocano la magia del deserto giordano, le superfici realizzate con questa arenaria policroma di età paleozoica, la stessa nella quale è scolpita la città di Petra, uno dei siti archeologici più famosi al mondo. Questa pietra nasce dalla sedimentazione e dall’accumulo di piccoli granelli di sabbia: il lungo processo di ossidazione della sabbia ha portato alla formazione di sfumature cromatiche dal fascino incredibile, calde, terrose, ricche. Non a caso, l’antico nome di Petra era Reqem che significa proprio “variopinta”. La naturale stratificazione che la caratterizza, inoltre, ne fa un materiale particolarmente resistente.
Disponibile nel formato da 2.500 ml.

ONICE MIELE
Pregiato materiale cristallino che proviene da cave in Iran, Azerbaigian o Turchia, è utilizzato per realizzare ambienti eleganti che trasmettano una sensazione di calda accoglienza. Si tratta di un materiale particolarissimo, disegnato da inconfondibili striature nei toni del marrone e da evanescenti nuance miele. Sono proprio le aree più chiare però a renderlo davvero unico: in queste zone infatti la superficie diventa traslucente e, se retroilluminata, regala un affascinante gioco di luci e ombre che fa sembrare la pietra “viva”.
Disponibile nel formato da 2.500 ml.

AZUL PARADISE
Originario del Brasile, è una quarzite generata da enormi depositi di sabbia che si sono accumulati circa un miliardo di anni fa in un esteso bacino nello stato di Bahia. Inconfondibile il suo celestiale color azzurro screziato da punti di blu più marcato ed eteree trasparenze, che conferiscono alla superficie una particolarissima suggestione spirituale. Al punto che quasi sorprende constatare quando la quarzite Azul Paradise sia, in realtà, un materiale molto duro e resistente.
Disponibile sia per il formato da 2.500 ml, sia per il formato da 1000 ml.

ONICE ORANGE
Gemma semipreziosa che appartiene alla famiglia dell’agata, proviene da cave in Messico e in Iran. L’Onice Orange è caratterizzata da un’intensa base arancio sulla quale si disegnano striature caramello, ocra e bianche che danno vita a superfici dalla calda eleganza. Il particolarissimo gioco cromatico è valorizzato dalla luce, come avviene per le basi LED Locherber Milano che ne sottolineano pienamente la raffinatezza.
Disponibile sia per il formato da 2.500 ml, sia per il formato da 1000 ml.

ONICE BIANCO
L’Onice Bianco è una pietra tanto pregiata quanto rara. Estratta dalle cave dell’Arabia Saudita e dell’Iran, dal caratteristico colore lattiginoso di fondo, è attraversata da rade e leggere venature giallo dorate o da “pennellate” di colore bianco più chiaro, che la rendono unica. Molto delicato e prezioso, disponibile solo in piccole quantità, l’onice bianco viene usato solo per arredi interni e lavorazioni speciali. Illuminato dal basamento LED crea un’atmosfera magica e di grande fascino.
Disponibile sia per il formato da 2.500 ml, sia per il formato da 1000 ml.

ONICE VERDE DEL PAKISTAN
Noto sin dai tempi antichi (Plinio lo definì marmor alabastrum con riferimento a una fortezza detta “Alabastra” e costruita a Tebe, in Egitto, dove erano numerosissime cave usate per l’edificazione dei templi) l’onice alabastrite, in verde chiaro, è originaria del Pakistan. Capace di creare affascinanti disegni e sfumature, è una pietra traslucida con striature longitudinali dal bianco al verde, passando per il giallo, e striature verticali ocra, bianche e marroni. Anche questa preziosa e rara varietà, se illuminata dal basamento LED, crea un’atmosfera di grande effetto.
Disponibile sia per il formato da 2.500 ml, sia per il formato da 1000 ml.

TRAVERTINO
Utilizzato e molto amato dai Romani sin dal I millennio a.C., è una roccia sedimentaria calcarea dalla caratteristica struttura porosa. Questa sua particolare natura fa sì che nel corso della sua formazione incorpori particolari ossidi che ne determinano la colorazione. L’effetto è sempre estremamente naturale, terroso. Le tonalità vanno dal bianco latte al noce, con una serie di sfumature ocra, gialle e persino rosse. Non è infrequente che le superfici in Travertino ospitino tracce di fossili, animali o vegetali. Il Travertino più chiaro, tenero e bucherato è quello estratto dalla cava “delle Fosse” presso i piani di San Clemente a Tivoli; lo stesso voluto da Lorenzo Bernini per la costruzione del celebre colonnato di piazza San Pietro in Vaticano.
Disponibile nel formato da 2.500 ml.

MICHELANGELO
Il marmo ideale secondo Michelangelo Buonarroti, che lo scoprì nel 1517 scalando il Monte Altissimo, vetta estrema delle Alpi Apuane. Estratto ancora oggi dalla stessa cava presso Stazzema, in provincia di Lucca, è stato definito dal Maestro “di grana unita, omogenea, simile allo zucchero”. La sua candida superficie cristallina, e la grana finissima che lo rende estremamente brillante, ne fanno un materiale adatto a impreziosire e illuminare ambienti dagli stili più diversi.
Disponibile nel formato da 2.500 ml.

MARMO ROSSO FRANCIA
Conosciuto anche con il nome Rouge Incarnat, è un antico marmo francese molto amato e utilizzato dai Re di Francia e scelto, soprattutto nell’Ottocento, per chiese e palazzi nobiliari. Con questo marmo pregiato è stato realizzato il Teatro dell’Opera di Parigi.
Il Rosso Francia è un materiale di grande prestigio, dal colore rosso vivo, arabescato con eleganti venature bianche o violacee.
Disponibile nel formato da 2.500 ml.

MARMO GIALLO SIENA
Il Giallo Siena è uno dei marmi più belli, pregiati e particolari estratti in Italia.
È caratterizzato da un colore di fondo eterogeneo, di base giallo scuro con venature che vanno dal bianco avorio al giallo chiaro, sino a un giallo ocra e rossastro molto intenso.
Viene estratto dalle morbide colline che circondano la città di Siena, nel cuore della Toscana. Ogni lastra è unica e differisce dalle altre per distribuzione del colore e movimento della venatura.
Disponibile sia per il formato da 2.500 ml, sia per il formato da 1000 ml.

MARMO NERO PORTORO
Estratto in Italia nei comuni di Portovenere e La Spezia, il marmo nero Portoro è naturalmente elegante. Il nome si deve alle sue striature giallo oro. I primi utilizzi di questa pregiata varietà risalgono all’epoca romana: se ne faceva largo uso nelle ville imperiali.
Utilizzato dai genovesi nella costruzione di un forte posto sul promontorio occidentale del Golfo di La Spezia, si diffuse poi anche al di fuori della Liguria in particolare in Francia, per decorare palazzi nobiliari, come la reggia di Versailles. Anche in Italia fu il Barocco il periodo di massimo fulgore per il Portoro che divenne il marmo d’elezione delle chiese romane.
Nel primo ‘900 è stato esportato anche negli Stati Uniti dove ha rivestito la sala di proiezione della nota casa di produzione cinematografica “Paramount Pictures”.
Disponibile sia per il formato da 2.500 ml, sia per il formato da 1000 ml.

 

LEGNI RARI

SUAR
L’albero della pioggia (noto anche come Samanea saman e Suar) è un elemento inconfondibile del paesaggio che lo ospita, sia per la sua colossale altezza – fino a 60 metri – sia per la sua imponente chioma a ombrello. Anche il legno ha fattezze peculiari; a renderlo unico la variazione cromatica che ne caratterizza la sezione: le due fasce esterne infatti appaino più chiare mentre l’interno ha una tonalità notevolmente più scura e calda. Molto apprezzate sono anche le evidenti spaccature lungo vena, spesso lasciate al naturale o riempite di resina.
Disponibile nel formato da 2.500 ml.

TAMARINDO
Legno dalla doppia natura: il cuore è di colore rosso scuro, striato, ha una consistenza dura e densa che lo rende molto resistente e dunque apprezzato per le lavorazioni artigianali. Di contro risulta difficile da lavorare, poco esteso e presente solo negli alberi più vecchi e più grandi. La parte più esterna, quella solitamente più estesa, è invece chiara, vira al giallo pallido, e ha una consistenza più morbida. Quando presente, il contrasto tra le due anime del legno di Tamarindo genera sulle superfici un gioco cromatico molto interessante.
Disponibile nel formato da 2.500 ml.

RADICA ERICA
Legno duro, pesante, derivato da alberi estremamente suggestivi tipici della Macchia Mediterranea, di bassa statura e dal tronco asciutto e nodoso. Ed è proprio dai grandi nodi, che prendono anche il nome di ciocco o radica, che viene tratto un legno compatto e privo di imperfezioni che ben si presta alle lavorazioni artigianali. Da tradizione infatti viene utilizzato in Calabria per la realizzazione delle pipe. Il legno di Erica ha un caratteristico colore rosso intenso, con sfumature dal bruno al cremisi.
Disponibile nel formato da 2.500 ml.

RADICA TUJA
Già molto apprezzato nell’antichità, Greci e Romani lo consideravano un materiale di grande pregio. In particolare, a Roma si diffuse dopo che venne impiegato da Cesare nella fortunata guerra contro i Galli: da quel momento una tavola di radica di tuja di poco più di un metro, poteva essere pagata oltre un milione di sesterzi, una cifra enorme. Il legno viene ricavato dai polloni, i rami cresciuti alla base del tronco, ed è quindi disponibile in dimensioni molto limitate e utilizzato in ebanisteria per realizzare oggetti ornamentali di pregio. Il colore è bruno, disegnato da una trama più scura, irregolare e molto decorativa.
Disponibile nel formato da 2.500 ml.

EBANO MAKASSAR
Originario dell’isola di Sulawesi, in Indonesia, è un legno molto raro perché viene prodotto in un territorio molto limitato e ricavato da alberi dalla crescita estremamente lenta. Essenza estremamente pregiata, trova largo impiego in ebanisteria e nell’alta falegnameria anche per il suo aspetto elegante e chiaramente riconoscibile: la superficie si presenta molto scura, quasi nera, disegnata da venature più calde, larghe e nette che la rendono notevolmente decorativa. L’Ebano Makassar è il più ricercato per realizzare il tokobashira, elemento caratteristico delle case tradizionali giapponesi, ed è uno dei legni più costosi al mondo.
Disponibile nel formato da 2.500 ml.

CEDRO DEL LIBANO
Originario dell’Asia Minore, questo legno massiccio e resistente è utilizzato sin dall’alba dei tempi. I Fenici, grandi navigatori, affidavano al Cedro del Libano il loro destino perché lo impiegavano per la realizzazione delle loro celebri navi. La leggenda vuole, inoltre, che questo legno sia stato scelto anche per realizzare le colonne del Tempio di Salomone, il primo tempio di Gerusalemme. Elegantissimo alla vista, ha una tessitura fine e diritta, il colore è tendenzialmente chiaro e inoltre risulta naturalmente aromatico.
Disponibile nel formato da 2.500 ml.

ROVERE
Sono alberi secolari quelli di Rovere, che possono superare senza difficoltà i 300 anni di vita. Imponenti, solidi, capaci di trasmettere con la loro mole grandiosa una chiara sensazione di potenza e forza. La stessa che si ritrova nel suo legno, nelle belle venature diritte, disegnate da poche e ben definite irregolarità, nella consistenza massiccia. La scelta del Rovere è una scelta di solidità, matericità, una sorta di ritorno ancestrale alle origini per ritrovare il contatto con la natura. Molto apprezzato in falegnameria, è uno dei legni utilizzati per la realizzazione delle botti per l’invecchiamento del vino.
Disponibile nel formato da 2.500 ml.

BUBINGA
Il Bubinga è un legno africano proveniente principalmente dal Camerun e dal Gabon. Gli alberi, dal robusto fusto cilindrico, raggiungono anche i 30 metri di altezza.
Di colore rosso-rosso bruno, con venature purpuree, è un legno pesante, paragonabile al Palissandro.
È una varietà altamente decorativa, soprattutto se alla grana irregolare e ondulata si accompagna una variazione naturale di colore.
Disponibile nel formato da 2.500 ml.

EBANO NERO
L’Ebano è un legno compatto e tenace, dall’elegante colore nero che si ottiene da diverse specie di alberi provenienti dalle foreste dell’India, dell’Indonesia e dell’Africa orientale.
Pregiatissimo, è particolarmente resistente alle intemperie e alle muffe.
Trattandosi di uno dei legni più pregiati, rari e costosi al mondo, viene spesso venduto al grammo anziché a chilogrammo.
Grazie alla sua particolare durezza, l’Ebano è una delle essenze principali per la realizzazione di strumenti a fiato in legno (oboi, flauti, soprattutto quelli risalenti al periodo barocco, clarinetti), tasti per pianoforte e tastiere di strumenti cordofoni come chitarra e violino.
Disponibile nel formato da 2.500 ml.

ZEBRANO
Il legno di Zebrano è caratterizzato da venature longitudinali con piacevoli variazioni di colore dal bruno scuro al beige-giallo. Originario di Camerun, Gabon, Congo e Guinea Equatoriale, ha un fusto diritto e regolare che cresce sino a raggiungere i 40 metri di altezza.
Lo Zebrano ha conosciuto un periodo di massimo fulgore intorno agli anni Trenta, largamente impiegato nella produzione di mobili e complementi d’arredo, e ora sta vivendo una “seconda giovinezza”.
È un legno tanto raro, quanto prezioso, purtroppo a rischio estinzione (la sua presenza è a volte limitata a un solo esemplare per chilometro quadrato) e per questo motivo il suo approvvigionamento avviene sotto stretto controllo.
Disponibile nel formato da 2.500 ml.

 

Fonte: Ufficio Stampa

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi