Giornale Online di EnoGastronomia

COL VETORAZ: IL RISPETTO PER LA TERRA PASSA ANCHE DALLA SOSTENIBILITA’

Col Vetoraz conserva parte della proprietà a superficie boschiva ed elimina dall’atmosfera 750 tonnellate di CO2 all’anno.

87

 

Uno dei principi fondanti della filosofia produttiva di Col Vetoraz è sempre stato il forte legame identitario con le proprie radici che affondano in una terra, quella di Valdobbiadene, di estrema unicità e valore. Dalla terra, alla vite, al calice ogni scelta ha sempre avuto un obiettivo preciso; produrre eccellenza. Un percorso fatto di scelte impegnative, anche controcorrente, dove la qualità è sempre stata di ispirazione, dove l’eccellenza arriva sempre e solo attraverso comportamenti etici e sostenibili.

Nell’area dei 15 comuni della denominazione Conegliano Valdobbiadene DOCG si calcola che oltre il 40% sia occupato da terreni boschivi. Nello specifico la proprietà Col Vetoraz sta conservando 25 ettari di superficie a bosco. Un ettaro di bosco è in grado di eliminare dall’atmosfera circa 30 tonnellate di CO2 all’anno. La scelta operata dall’azienda contribuisce quindi ad eliminare dall’atmosfera circa 750 tonnellate di CO2 all’anno, pari alla quantità prodotta annualmente da 125 abitanti italiani.
Globalmente in Italia, tutte le attività umane producono circa 6 tonnellate di CO2 all’anno per abitante. Se pensiamo che Col Vetoraz conta su una filiera produttiva che occupa 25 addetti, la conservazione della sua superficie boschiva consente l’eliminazione di una quantità di CO2 cinque volte superiore a quella mediamente prodotta da 25 abitanti italiani.

Numeri affatto trascurabili che dimostrano quanto rilevante sia all’interno delle dinamiche aziendali lo spazio dato alla cura e difesa dell’ambiente, elemento che oggi più che mai deve diventare abitudine imprescindibile nella quotidianità di tutti.

 

Col Vetoraz Spumanti S.p.A
Situata nel cuore della Docg Valdobbiadene, la cantina Col Vetoraz si trova a quasi 400 mt di altitudine, nel punto più alto dell’omonimo colle, parte delle celebri colline del Cartizze da cui ha origine questo vino pregiato. E’ proprio qui che la famiglia Miotto si è insediata nel 1838, sviluppando fin dall’inizio la coltivazione della vite. Nel 1993 Francesco Miotto, discendente di questa famiglia, assieme all’agronomo Paolo De Bortoli e all’enologo Loris Dall’Acqua hanno dato vita all’attuale Col Vetoraz, una piccola azienda vitivinicola che ha saputo innovarsi, crescere e raggiungere in 25 anni il vertice della produzione di Valdobbiadene Docg sia in termini quantitativi che qualitativi, con oltre 2.000.000 kg di uva Docg vinificata l’anno da cui viene selezionata la produzione di 1.200.000 di bottiglie. Grande rispetto per la tradizione, amore profondo per il territorio, estrema cura dei vigneti e una scrupolosa metodologia della filiera produttiva e della produzione delle grandi cuvée, hanno consentito negli anni di ottenere vini di eccellenza e risultati lusinghieri ai più prestigiosi concorsi enologici nazionali ed internazionali.

Fonte: Ufficio Stampa

 

I commenti sono chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi